Archivi tag: Dan Curtis

I Miei Horror Preferiti: Gli Anni ’70

Questa volta è stata durissima: ogni esclusione mi spezza il cuore e ogni scelta mi fa sentire una piccola presuntuosa ignorante. Ma mi sono data delle regole e intendo rispettarle: un solo film per anno, nessuna eccezione, nessuna menzione onorevole, nessuna scappatoia; mai più di un film per regista a post, così almeno si dà […]

Dieci Horror per un Anno: 1976

Programmazione un po’ scombiccherata, questa settimana, ma noi non ci arrendiamo e, dato che abbiamo saltato lo scorso appuntamento causa priorità di Halloween, ormai temo di dover rinunciare all’idea di terminare queste liste a dicembre: ce le porteremo dietro anche per parte del 2020; non che la cosa mi dispiaccia, a dire la verità: mi […]

Notte delle Streghe: 10 Horror Antologici da Guardare ad Halloween.

Oggi è il giorno più bello dell’anno, senza rivali; ma vogliamo soltanto mettere con quella rottura di palle cosmica del Natale, quando finisci per abbuffarti fino a scoppiare per avere la bocca piena e quindi una scusa per non parlare con gli stronzi di cui sei circondato? O vogliamo parlare dell’obbligo morale di fare “qualcosa”, […]

Dieci Horror per un Anno: 1975

Chiedo venia per l’assenza forzata di questa settimana; magari non ve ne siete neanche accorti, ma io chiedo venia lo stesso. Sto attraversando uno di quei periodi, sul lavoro, in cui faccio orari abbastanza strampalati e mi manca persino il tempo per alzarmi dalla scrivania e andare a prendere un bicchiere d’acqua, quindi trovare quello […]

1976: Ballata Macabra

 Regia – Dan Curtis “The house takes care of itself.” All’interno del filone “case maledette dotate di vita propria”, di cui possiamo affermare con un po’ di grossolana approssimazione che il capostipite sia Hill House, occupa un posto bizzarro e tutto suo questo gioiello firmato da Dan Curtis, un uomo a cui andrebbe fatto un […]

Kolchak, reporter investigativo

Mezzo televisivo e horror non hanno mai avuto un rapporto idilliaco. Se, agli inizi della sua storia, la tv si resse anche sulla trasmissione dei classici Universal, presentati da anfitrioni vestiti come vampiri e mostri vari, non è quasi mai stata in grado di produrre qualcosa di originale che potesse competere, anche alla lontana, con […]