Paura & Delirio: Ep 63 – The Meg

Terzo appuntamento con il nostro Club del Libro, per l’occasione in versione estiva e anche un po’ turbolenta, dato che Davide e io abbiamo opinioni estremamente divergenti sul romanzo e sul film che vi presentiamo oggi: chi mi legge da un po’, sa che io sono una vera meghead (così ci chiamiamo noi fan della saga di Steve Alten), che ho letto tutti i romanzi del ciclo dedicato ai megalodonti e che ho anche apprezzato con riserva il film del 2018. Davide si trova su posizioni opposte, però siamo riusciti comunque a portare avanti un episodio (spero) interessante e a fornirvi qualche spunto di lettura per le vostre vacanze nella top 5 in coda al podcast.
Fateci sapere da che parte state in questa prima civil war di Paura & Delirio.
La prossima settimana si torna alla tradizionale programmazione e quindi alla Posta del Cuore. Aspettiamo con ansia e trepidazione le vostre domande!
Buon ascolto e buon divertimento.


5 commenti

  1. Letizia · · Rispondi

    Finito ora di ascoltare la puntata, ho riso molto per il vostro Pacifico confronto su Meg ❤️.
    Detto questo grazie anche per i diversi suggerimenti letterari, molto graditi, ma forse a causa del caldo me lo sono persa: prossimo appuntamento club del libro verterà su?

    1. Il prossimo appuntamento col club del libro, che sarà a settembre, perché ad agosto ci prendiamo una piccola pausa, non è stato ancora deciso: stiamo preparando una cosa speriamo interessante per settembre, e volevamo fare tutto a tema, anche il club del libro.
      Ora, il problema è che il tema scelto ha del materiale che in, in italiano, non è di semplicissima reperibilità.
      Vedremo!

  2. Giuseppe · · Rispondi

    Dai, in fondo me lo aspettavo che sarebbe stata una turbolenza controllata (e con dei consigli di lettura molto interessanti, a prescindere ovviamente dal grado di reperibilità) 😉 Se devo dire la mia, penso che un autore come Steve Alten sia molto meglio approcciarlo con parametri diversi dalla plausibilità scientifica, tanto a livello letterario quanto di trasposizione cinematografica già penalizzata di suo, tra le altre cose, pure per il fatto di doversi trattenere parecchio rispetto al testo scritto… ammetto però che non mi sembra poi così sbagliato pensare al film del 2018 come un qualcosa del tipo “Reptilicus (riferimento per pochi, sì), ma fatto con i soldi” 😉

  3. Mario C. · · Rispondi

    Segnalo che il romanzo Starfish di Peter Watts ha avuto una edizione italiana nella collana Fanucci Solaria Collezione (n. 8. Dicembre 2001) col titolo “Stelle di mare”. Non credo comunque che sia di facile reperibilita’.

    1. Ecco, io proprio non lo sapevo. Comunque grazie per l’informazione: magari su qualche bancarella in giro si trova ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: