Archivi tag: Paco Plaza

Zia Tibia Guarda i Sequel – Vol 2: [•REC]²

Regia – Jaume Balagueró, Paco Plaza (2009) Per motivi che non sto a spiegarvi, in questo periodo mi capita di vedere o rivedere un bel po’ di cinema spagnolo. Se conoscete i miei gusti, saprete anche che, per una buona percentuale di casi, si tratta di horror. Insomma, l’andazzo del blog è ormai quello dei […]

Horror 2000: Second Name

Regia – Paco Plaza (2002) C’è un altro posto, oltre al Giappone, dove si è obbligati ad andare, se si vuole avere un’impressione fedele dello stato dell’horror all’inizio del secolo, ed è la Spagna, paese ancora più vitale, per quanto riguarda il cinema dell’orrore, della Francia, che in effetti lo declina soltanto nella sua variabile […]

La Abuela

Regia – Paco Plaza (2021) Ai tempi di Rec, tutti parlavano di Balagueró, come se lo avesse diretto da solo. Al povero Plaza sembrava non voler dar credito nessuno. Poi i due hanno continuato a collaborare saltuariamente, tipo alternandosi alla regia nei vari capitoli della saga di Rec, ma hanno preso strade molto diverse. Se, […]

Pillole per un gelido inverno

Distratta dall’uscita di Nightbird, questo mese ho recensito poco, ma prometto di ricominciare a parlare di cinema il prima possibile, anche perché, dopo la moria di gennaio, cominciano ad arrivare delle novità interessanti e molto attese. Questo non significa, tuttavia, che io abbia smesso di vedere film. Anzi, ne ho accumulati un bel po’ e, […]

[REC] 4 – Apocalipsis

Regia – Jaume Balaguerò (2014) Sono passati sette anni da quando, in Spagna, un giovane regista di genere riportò in auge il found footage e creò l’unica saga zombi europea di successo. Oltre a rivitalizzare il cinema iberico e a renderlo esportabile in tutto il mondo. Due considerazioni: tutti i capitoli di Rec sono girati […]

[REC]³ Génesis

Regia – Paco Plaza (2012) Quando una saga parte alla grande con un primo capitolo in grado di fare quasi epoca, quando il seguito della suddetta saga è una roba piena di imbarazzo che lascia interdetti e con il desiderio di essere morti, quando il remake americano copiato inquadratura per inquadratura del primo film è […]