Paura & Delirio: Ep 108 – Gli Uccelli

Penultimo episodio della nostra mini rassegna dedicata a Hitchcock e si arriva al 1963 e al primo vero eco-horror o eco-vengenace della storia del cinema, Gli Uccelli. Tratto da un racconto omonimo della solita Daphne du Maurier, Gli Uccelli brilla per la sua totale assenza di una qualsiasi spiegazione del motivo per cui i pennuti del titolo, di punto in bianco, cominciano ad aggredire e a voler accoppare gli umani. Non lo sapremo mai, per tutta la durata del film, e questo cambia la storia del cinema horror in particolare e americano in generale. Tantissimi film non sarebbero mai esistiti senza Gli Uccelli. E non solo eco-horror, ma anche slasher, film apocalittici, film d’assedio e così via. 
Quindi sì, oggi si discute di un’opera di una certa importanza. 
Buon ascolto e buon divertimento

2 commenti

  1. Tigrero · · Rispondi

    Grazie a Lucia e Davide!

    Posta del cuore: potreste elencarci la vostra top 5 di Hitchcock e i motivi delle posizioni fino al podio?

    Per il resto, il film mi piace ed è un capolavoro che non si discute, ma da quando ho letto il racconto, penso all’occasione mancata di mettere in scena un protagonista ex reduce della seconda guerra mondiale… Mentre Hitchcock ne ha fatto una finta screwball comedy con personaggi sofisticati almeno all’inizio… Avrei voluto vedere più proletariato…

  2. Giuseppe · · Rispondi

    Tantissimi film non sarebbero esistiti, vero, di conseguenza nemmeno l’omaggio dedicatogli da Mel Brooks in Alta Tensione… e al critico di cui avete parlato andrebbe spiegato che è questo omaggio a essere divertente, semmai, e NON il film di Hitchcock di cui evidentemente aveva capito meno di zero (la screwball comedy la si può trovare all’inizio, sì, per poi però virare in modo netto e definitivo verso tutt’altro genere, come avrebbe dovrebbe essere chiaro perfino al suddetto critico).
    P.S. Il responsabile di quella ridicola recensione su Shining ne fece un’altra di pari livello pure su Jurassic Park, mi par di ricordare e, sempre se la memoria non mi inganna (ma, data la saccente spocchia del tipo in questione, credo di no), senza nemmeno salvare il romanzo di Crichton…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: